gea and the city

dei dolori e delle pene

Quindi ieri ero sdraiata sul lettino del radiografo con i lacrimoni agli angoli degli occhi e la mano in bocca per non frignare per il male – referto: slogatura e tumefazione del tessuto malleolare – e quest’omone grande e grosso ha iniziato: Ma quindi lei si occupa di estero? Chissà quanto lavoro in questi giorni. E poi, i debiti internazionali, la crisi. Ecco, la crisi… Volevo chiederle: ma è vero che la Bce alza i tassi?  Dice di sì eh. Ma fa un’unica botta o un rialzo lento come due anni fa la discesa? E’ sicura sicura? Ma poi li fanno scendere di nuovo? Mi faccia una stima di quanto potrebbero salire: oltre lo 0.5? Però la Fed si muove al contrario. No, mi scusi, ma sa, ho un mutuo a tasso variabile, mi ero sempre vantato di non averlo cambiato, però ora non so più cosa fare…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.