gea and the city

l’arte di raccontarsi

Poi un giorno ti squilla il cellulare e, senza alcuna avvisaglia, qualcuno che finora avevi letto con un misto di invidia e ammirazione ti chiede di scrivere un pezzo. E tu dici Sì, certo, scherzi. Poi però vogliono anche una foto e una bio, e hai dieci minuti per pensarci. E tu non trovi nulla di meglio che dire, Emh, ho trent’anni ancora per poco, ho smesso di mangiare la carne e guido una moto.
Appunto mentale: allenarsi sulle agiografie.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.