gea and the city

warning sign

Ho un metro infallibile per misurare il mio tasso di stress: il rapporto con la moto.
Ci sono mattine in cui ho paura di tutto, dei vecchietti che zigazagano sulle cinquecento e dei camioncini che svoltano all’improvviso, delle mamme coi bimbi in bicicletta e degli automobilisti che aprono le portiere senza guardare.
Stamattina, mentre mi sfavavo tra un prima-seconda-terza-prima, mi sono ritrovata a pensare che forse avrei dovuto prendere la metro per andare in redazione, ché il centro è troppo pericoloso.
Stasera alle 23 spengo il computer, giuro, e mi metto a leggere un buon libro.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.