• gea and the city,  libri

    se questo è cibo

    Partiamo da un assunto: per alcune cose io sono una persona estremamente razionale, con i piedi ben piantati a terra e poco incline al romanticismo. Vivo in una grande città che mi sembra piccola, prendo più aerei che autobus, detesto la montagna senza la neve e qualsiasi posto collocato a più di 50 metri sul livello del mare;  il mio rapporto con la natura si limita sostanzialmente all’acqua, l’unico elemento che davvero mi riporta alla bellezza primordiale (la pianura mi aggrada, ma l’horror vacui mi assale dopo poche ore). Per concludere lo spregevole quadro di me stessa, aggiungo che non ho praticamente alcun rapporto con animali né li amo particolarmente; nutro simpatia per i cani ma non abbastanza…

  • giornali e dintorni

    questione di standard

    Non so quanti racconti non ho iniziato a scrivere perché mi sembravano banali e già visti. Per non parlare di articoli di giornale: il 95% di quelli che per un istante penso di proporre a qualcuno sono cancellati di lì a poco dalla mia lista mentale. Se l’obiettivo è quello di far passare cose nuove e davvero belle (mi scuso per la pochezza dell’espressione, ma è quella più onnicomprensiva), una forma di autocensura è inevitabile e necessaria, almeno per non finire nel ciarpame che già quasi ci soffoca. Poi però compro quotidiani e riviste a tonnellate e ci trovo dentro cose tremende: spunti spesso rubati a qualcun’altro, fatti vecchi di…

  • politica e dintorni,  viaggi

    Chi di swing ferisce

    [Antefatto. La settimana scorsa Alitalia mi ha perso il bagaglio sia all’andata che a ritorno da Chicago: due volte in meno di dieci giorni. E’ arrivato a Milano appena in tempo perché, senza nemmeno disfarlo, lo caricassi su un nuovo aereo per Londra. Adesso, bloccata a Londra dalla famosa eruzione del vulcano, chiamo il callcenter Alitalia – su loro precisa indicazione – a 0,70 centesimi al minuto e mi tengono in attesa 48 minuti d’orologio; quando finalmente un’addetta mi risponde mi dice che avrei dovuto selezionare il tasto 1 al primo menù di scelta: così non mi può proprio aiutare. Su suo suggerimento, invio una email all’assistenza clienti: ricevo un…

  • viaggi

    Pastorale americana

    (subtitle: Scarni appunti di viaggio). Il mio rapporto con l’America oscilla da sempre tra il “te l’avevo detto” e “solo gli stolti non cambiano idea”. Ovvero, tra il rassegnato e l’entusiasta. Da qualche giorno sono a Chicago per lavoro: non fosse che mangiare un’insalata verde è più difficile che trovare dieci dollari per terra, potrei innamorarmene. (Il fatto che sia la città di Obama ha il suo peso, ma se fosse nato a Milwaukee dubito che mi avrebbe fatto lo stesso effetto). La mattina mi sveglio alle cinque per il jet lag – sto invecchiando, una volta non mi succedeva – e gironzolo sotto la luce abbacinante del Lago Michigan…