gea and the city

atomic sons

Ieri sera il Fur mi ha portato a cena per festeggiare il mio nuovo lavoro. Mentre ingolliamo tartare di tonno con carciofi e morellino di scansano se ne esce: Sai mi sto interessando un po’ di fisica quantistica.
Un carciofo mi va di traverso. Prego?
Fisica quantistica, hai presente?
Scrollo il capo, io fiera che la cameriera mi abbia chiesto il nome del mio parrucchiere poco prima. Già, insegnare economia all’università di Londra e l’assegno di ricerca a Chicago non erano sufficienti, Fur, ci mancava la fisica quantistica.
No ma guarda, è molto affascinante.
Davvero? Tipo cosa è affascinante?
Bè, tipo che è dimostrabile che possano esistere universi paralleli.
Ah.
Così capito, se in questa vita non ti riesce di fare dei figli, puoi sempre provarci in quella parallela.
Uh. Dammi il nome del manuale, che inizio a documentarmi.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.