• gea and the city

    Atto di dolore (o di potere?)

    Mio nipote, 8 anni, mi ha comunicato con orgoglio quasi un po’ imbarazzato che sabato farà la sua prima confessione: stava studiando con molto impegno l’atto di dolore, infatti. Mi sono chiesta che cosa abbia da confessare un bambino di 8 anni. E se sia sano, dopo che avrà detto con un po’ di paura al prete che ha fatto arrabbiare la mamma, fargli ripetere questa preghiera feudale: Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i tuoi castighi e molto più perché ho offeso te, così infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa. Propongo con il…

  • gea and the city

    Downshifting

    Milano mi ha accolto con una nevicata di pollini e tre giovani hipster in skateboard lungo via Vigevano, e per la prima volta nella vita il corpo si è ribellato ricoprendosi di punti rossi- chissà poi se l’allergia è ai pollini, agli hipster o al ritorno. Mi sento lievemente rallentata nel riappropriarmi di spazi di vita ai quali avevo totalmente abdicato: mentre giro per la strada con la strana leggerezza di chi non è ben ancorato alla terra non capisco bene se la mia sia pura incoscienza, con più l’aggravante del borghese radical-chic che fa downshifting, o un estremo moto di sanità mentale. Al momento propendo per la seconda, benché…